Posted on

DECRETO-LEGGE 2 marzo 2024, n. 19 – articolo 38 – Transizione 5.0.

Alcune annotazioni  sulla Transazione 5.0

DECRETO-LEGGE 2 marzo 2024, n. 19

Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). (24G00035) (GU Serie Generale n.52 del 02-03-2024)

Art. 38 – Transizione 5.0

1. Al fine di sostenere il processo di transizione digitale ed energetica delle imprese…………. e’ istituito il Piano Transizione 5.0.

2. A tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato……….. e’ riconosciuto, nei limiti delle risorse di cui al comma 21, un credito d’imposta proporzionale alla spesa sostenuta per gli investimenti effettuati alle condizioni e nelle misure stabilite nei commi successivi.

3.

4. Sono agevolabili gli investimenti in beni materiali e immateriali nuovi, strumentali all’esercizio d’impresa di cui agli allegati A e B annessi alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, e che
sono interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura, a condizione che, tramite gli stessi, si consegua complessivamente una riduzione dei consumi energetici della struttura produttiva localizzata nel territorio nazionale, cui si riferisce il progetto di innovazione non inferiore al 3 per cento o, in alternativa, una riduzione dei consumi energetici dei processi interessati dall’investimento non inferiore al 5 per cento. Ai fini della disciplina del presente articolo, rientrano tra i beni di cui all’allegato B alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, ove specificamente previsti dal progetto di innovazione, anche: a) i software, i sistemi, le piattaforme o le applicazioni per l’intelligenza degli impianti che garantiscono il monitoraggio continuo e la visualizzazione dei consumi energetici e dell’energia autoprodotta e autoconsumata, o introducono meccanismi di efficienza energetica, attraverso la raccolta e l’elaborazione dei dati anche provenienti dalla sensoristica IoT di campo (Energy Dashboarding); b) i software relativi alla gestione di impresa se acquistati unitamente ai software, ai sistemi o alle piattaforme di cui alla lettera a)

5.

6.

7. Il credito d’imposta e’ riconosciuto nella misura del 35 per cento del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro, nella misura del 15 per cento del costo, per la quota di
investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro e nella misura del 5 per cento del costo, per la quota di investimenti oltre i 10 milioni di euro e fino al limite massimo di
costi ammissibili pari a 50 milioni di euro per anno per impresa beneficiaria…………

8.

9. La riduzione dei consumi di cui al comma 4, riproporzionata su base annuale, e’ calcolata con riferimento ai consumi energetici registrati nell’esercizio precedente a quello di avvio degli investimenti, al netto delle variazioni dei volumi produttivi e delle condizioni esterne che influiscono sul consumo energetico. Per le imprese di nuova costituzione, il risparmio energetico conseguito e’ calcolato rispetto ai consumi energetici medi annui riferibili a uno scenario controfattuale, individuato secondo i criteri definiti nel decreto di cui al comma 17.


Transizione 5.0 e software MES: buone notizie per le aziende!

L’Italia sta puntando forte sull’Industria 5.0, il nuovo paradigma industriale che integra le tecnologie digitali con la sostenibilità ambientale. In questo contesto, il Piano Transizione 5.0 prevede interessanti agevolazioni per le imprese che investono in innovazione.

Una delle novità più rilevanti è l’inclusione dei software gestionali e degli ERP tra i beni strumentali che possono beneficiare del credito d’imposta. Questo significa che le aziende possono ottenere un importante sconto fiscale sull’acquisto di software MES (Manufacturing Execution System).

Perché è una buona notizia?

I software MES sono strumenti fondamentali per la gestione della produzione. Permettono di:

  • Monitorare lo stato di avanzamento degli ordini
  • Pianificare e ottimizzare la produzione
  • Gestire le risorse in modo efficiente
  • Raccogliere dati di produzione
  • Migliorare la qualità del prodotto

In sintesi, i software MES aiutano le aziende a diventare più efficienti, competitive e sostenibili.

Transizione 5.0 e Mekconnect: la piattaforma per l’Industria del Futuro

Nell’era dell’Industria 5.0, dove la digitalizzazione e la connessione sono elementi chiave per il successo, Mekconnect emerge come una piattaforma innovativa che supporta le aziende nel loro percorso di transizione.

Cos’è Mekconnect?

Mekconnect è una piattaforma cloud-based che consente di monitorare le macchine di produzione in tempo reale

Come Mekconnect aiuta le aziende nella Transizione 5.0?

Mekconnect supporta le aziende nella Transizione 5.0 in diversi modi:

  • Abilita la data-driven decision making: La piattaforma raccoglie e analizza i dati di produzione in tempo reale, fornendo alle aziende informazioni preziose per prendere decisioni basate sui dati e migliorare le loro performance.
  • Supporta la sostenibilità: Mekconnect aiuta le aziende a ridurre il loro impatto ambientale ottimizzando l’utilizzo delle risorse e minimizzando gli sprechi.

Mekconnect: un alleato per la Transizione 5.0

Mekconnect rappresenta un valido alleato per le aziende che desiderano abbracciare l’Industria 5.0 e beneficiare dei suoi vantaggi.

Per saperne di più su Mekconnect:


Fonte: Gazzetta Ufficiale

Posted on

MEKERP – STAMPE CONTABILI

Registri IVA

  • Contabilità Generale – Stampa Registri IVA

Per ogni registro IVA eseguire la procedura di Contabilizzazione e Stampa. Quest’ultima voce in effetti non stampa niente ma è utilizzata per “chiudere” il registro e renderlo non più modificabile.

Una volta “stampato” in ogni voce del registro sarà presente a sinistra un segno di spunta giallo. A questo punto si può procedere alla stampa vera e propria su carta , spingendo il tasto destro del mouse in punto qualsiasi della grigli e spingere “Stampa registro definitivo”. Attenzione la stampa ha come output definito una stampante fisica : se si vuole dirottare la stampa su PDF bisogna impostare come stampante predefinita di Windows una stampante pdf.

Libro Giornale

  • Contabilità Generale – Libro Giornale \ Partitario

Selezionare l’anno e spingere il pulsante “Carica Dati”.Nella tab “Libro Giornale”  tasto destro in un qualsiasi punto della lista e selezionate la stampa voluta.

Partitario

  • Contabilità Generale – Libro Giornale \ Partitario

Selezionare l’anno e spingere il pulsante “Carica Dati”. Nella tab “Partitario”  tasto destro in un qualsiasi punto della lista e selezionate la stampa voluta.

Giornale Cespiti

  • Contabilità Analitica – Cespiti

Nella tab “Opzioni” selezionare l’anno e in alto a destra il tipo di stampa desiderata (carta/pdf).

Liquidazione IVA Mensile

  • Contabilità Generale – Stampa Registri IVA

Nella Tab “Liquidazione IVA”,

Posted on

Nakivo : Backup da Vmware su QNAP

Di seguito un promemoria dei passi per eseguire la configurazione di una struttura composta da un server Vmware che contiene una appliance Nakivo e che deve eseguire i backup su un nas QNAP.

Installare l’appliance Nakivo sul server Vmware

Seguire i seguenti passaggi dalla seguente documentazione :

https://helpcenter.nakivo.com/User-Guide/Content/Deployment/Installing-NAKIVO-Backup-and-Replication/Deploying-VMware-Virtual-Appliance.htm

Configurazione QNAP

Nel QNPA creare una cartella dedicata (es. NakivoBck) , senza il cestino di rete (togliere il flag dalle proprietà della cartella).

Installare nel QNAP il Transporter Nakivo

documentazione : https://mecdata.it/2023/08/updating-nakivo-appliance-in-environment-with-qnap-nas/

Configurazione Nakivo

Usare il browser Edge per entrare in Nakivo

Alla voce Nodes configurare il Transporter di destinazione cioè quello inserito nel QNAP