Posted on

Problemi delle caselle email molto grandi

La posta elettronica è cambiata molto negli anni: da semplice mezzo di comunicazione è diventato il nostro “contenitore” preferito di informazioni. Conserviamo tutto nella nostra cassetta postale: comunicazioni, contratti ordini, fatture, etc. Queste informazioni devono sempre essere accessibili ovunque noi siamo: non possiamo più vederle solo dalla nostra postazione di lavoro ma anche attraverso il nostro smartphone.

Le aziende e gli utenti chiedono ai Provider caselle email di dimensioni sempre maggiori. In azienda l’email è e rimane il principale mezzo sia di comunicazione ma, oggi, anche il principale strumento per archiviare i file. Conserviamo tutte le email che riceviamo con allegati di qualsiasi dimensione; conserviamo anche tutte le email che inviamo anche se contengono allegati che abbiamo prelevato dal nostro stesso computer.

Il motivo è che inviare un file via email è semplice, veloce e comodo, inoltre quel file rimarrà per sempre nella casella dell’utente, che così potrà averlo sempre a portata di mano. Sarebbe stato meglio spostare il file su un server di rete o utilizzare in azienda servizi di cloud storage , ma l’email rimane il metodo più immediato.

L’altro motivo per cui le email crescono sempre è che gli utenti non sentono il bisogno di fare spazio nella propria casella email, magari cancellando i messaggi che non servono più o semplicemente svuotando il cestino.

Ma quali sono i problemi di una caselle email di grandi dimensioni?

Il primo sono i tempi di avvio del proprio programma per leggere le email, ad esempio Microsoft Outlook diventa sempre più lento man mano che la caselle email diventa più grande.

Un altro problema è che non tutti i fornitori di web e email hosting forniscono caselle email di grandi dimensioni, molti non vanno oltre pochi GB di spazio per casella email.

Inoltre una casella email di grandi dimensioni diventa onerosa da gestire anche lato server il che la rende lenta nell’accesso e nelle ricerche.

Quali sono invece i limiti di dimensione che una casella email può raggiungere?

La documentazione ufficiale di Microsoft Outlook dichiara che le prestazioni di Outlook iniziano a peggiorare non appena il file di archivio delle email OST supera i 10GB. Superato i 25GB i problemi di lentezza e blocchi di Outlook aumentano.

Arrivati a 50GB Outlook smette di funzionare in quanto questa è la dimensione massima che può raggiungere un file PST, ed è necessario eseguire delle operazioni di manutenzione, con conseguente fermo del lavoro dell’utente.

Lato server, ovvero per il fornitore del servizio di email hosting, non ci sono limiti veri e propri di dimensione ad una casella email, ma potrebbero esserci dei problemi nell’indicizzazione e nell’archiviazione di caselle email molto grandi.

il nostro servizio di gestione email

Mecdata in collaborazione con il partner Qboxmail offre un servizio di gestione email professionale:

  • Casette postali di diverse dimensioni/costi per rispondere a qualsiasi esigenza : 4GB, 8GB, 25GB, 50GB
  • Cassetta postale sempre aggiornata e uguale in ogni istante su ogni vostro dispositivo : computer, notebook, tablet, smartphone
  • Webmail, sviluppata ed ottimizzata per gestire caselle di grandi dimensioni

Sei interessato ? CHIAMACI ALLO 051.790428 OPPURE SCRIVI A info@mecdata.it

Posted on

Aprire file .pst con Outlook

Se avete un file .pst di una vecchia versione di outlook potete velocemente visualizzarlo con Outlook 365.

Andate su “File” in alto a sinistra. Cliccate su “Apri ed Esporta” sul menu a sinistra e quindi su “Apri file di dati di Outlook” più a destra. Si aprirà la finestra di esplorazione del computer; cercate il vostro file .pst e cliccate su “Ok”. La cartella del file pst comparirà subito nel vostro Outlook.

Ricerca nell’archivio email

Per cercare una particolare email in questo archivio, potete usare la cartella ricerca in alto a destra, avendo l’accortezza di selezionare come spazio di ricerca “sottocartelle”: outlook cercherà su tutto l’archivio.

Posted on 3 Comments

Outlook 2007 in another language

OUTLOOK_2007

From yesterday, Wednesday, September 13, 2007, maybe some of you by opening Outlook (version 2007) have had a “surprise”: Outlook looks oddly in a dual language.

The problem is an Outlook update made available by Microsoft on September 12 and that your computer has installed. The package is:

kb4011086: This is an upgrade for Microsoft Office for deep defense updates to enhance the security feature.

You must remove it from your computer to return to Outlook in your own language.

In the search space of your Windows (usually located at the right of the Start button start windows 10) write “Control Panel”.

Click on the application that is being offered …. called precisely … Control Panel

The control panel contains many programs. Click Programs and Features.

On the left, select “View installed updates”. Look for the kb4011086 update, select it. At the top, push the “Uninstall” button. Restart your computer. Check out Outlook.

If Outlook still raises the problem, repeat the procedure because you will find another kb4011086 update.

Last but not least, Microsoft Office 2007 support will expire on October 10, 2017, so there will not be more security patches … even those running